REGISTRATI

*

*

*

*

*

*

Esprimo il mio libero e consapevole consenso per il trattamento dei miei dati da parte di Edisis s.r.l. per le finalità e con le modalità descritte nell'informativa di cui dichiaro di aver preso atto.

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

*

Come sostituire una finestra

Valutazione attuale:  / 6
ScarsoOttimo 

il montaggio che ti da il vantaggio

Le tue nuove finestre possono dare prova dei loro vantaggi in termini di funzionalità, d’estetica, di riduzione del consumo energetico e protezione acustica ottimale soltanto se vengono montate correttamente.

Purtroppo accade spesso che molti installatori sostituiscono il serramento lasciando il vecchio telaio, è una brutta abitudine, diffusissima solo in Italia.

Anziché rimuovere il telaio del vecchio serramento, lo si ricopre nascondendolo.

Come dire: anziché pulire la stanza, si spazza lo sporco sotto al tappeto.

Rimuovere i telai richiede tempo, fatica, perizia e cautela per non creare danni.

Costa di più ed è più difficile.

Chi lavora a cottimo preferisce non farlo: ma il lavoro finale ne soffre, in termini di luminosità (la superficie vetrata è ridotta) e di coibentazione termico e acustico (l’isolamento è meno efficace), anche se a prima vista è difficile accorgersene.

Le aziende produttrici di serramenti in PVC si sono adeguate creando infissi con profilo cosiddetto a Zeta o ristrutturazione , adatti a mascherare i vecchi telai, apposta per il mercato italiano.

 

In genere per sostituire una finestra esistono 2 diverse tecniche di posa.

Posa in “sovrapposizione”: la nuova finestra viene posata in sovrapposizione al telaio della vecchia finestra che non viene rimosso.

È il modo più semplice, occorre meno tempo e fatica, è il metodo adottato dalla stragrande maggioranza degli installatori: in pochi minuti vengono smontate solo le ante delle vecchie finestre e il telaio viene lasciato ancorato al muro, quindi il telaio della nuova finestra verrà semplicemente avvitato al vecchio telaio: 2 telai!! vecchio e nuovo, ed essendo il foro finestra sempre lo stesso è chiaro che le ante (compreso la superficie vetrata) della nuova finestra saranno più piccole!!!

VANTAGGI:

- E’ molto più semplice, occorre meno tempo e fatica.

- La posa, a te cliente, costa meno (dovrebbe?), agli installatori sicuramente costa meno.

- Anche la nuova finestra, ti costa meno (dovrebbe?), essendo più piccola dell’esistente.

SVANTAGGI:

- La nuova finestra è più stretta di circa 8 cm e più bassa di circa 4 cm, si perde luce della finestra, sia quando è aperta che quando è chiusa: la superficie vetrata verrà ridotta e di molto, soprattutto per quelle finestre strette e alte.

- Scarsa ottimizzazione dell’isolamento termico ed acustico: la superficie di separazione tra il vecchio e il nuovo telaio, lungo tutto il perimetro della finestra, non può essere sigillata adeguatamente, perché quando si posa il nuovo telaio a Zeta o telaio ristrutturazione non si riesce a schiumare tra il vecchio ed il nuovo telaio. Il risultato è che pur avendo acquistato una finestra ad altissime prestazioni termiche ed acustiche, gli effettivi vantaggi solo molto ridotti: rumore, spifferi, caldo, freddo passano, non vengono tenuti fuori casa.

- Il vecchio telaio, con in precedenza accennato, viene nascosto con degli speciali profili (Zeta, ristrutturazione) o con coprifili piuttosto spessi: a tutto svantaggio del risultato estetico che è poco gradevole.

 

Posa con rimozione totale: tutta la vecchia finestra, telaio compreso, viene rimossa. È l’intervento che pochi installatori vogliono fare: consiste nel togliere completamente la vecchia finestra, rimuovendo prima le ante (operazione molto semplice) e poi il telaio, operazione questa che richiede tempo, fatica, perizia e uso di apposite attrezzature e macchinari.

VANTAGGI:

- E’ la vera posa a regola d’arte di una finestra.

- La nuova finestra, non è ridotta, ha le stesse dimensioni del foro finestra, che viene sfruttato al massimo.

- Non viene adattata al vano finestra ma si integra perfettamente, a tutto vantaggio anche del risultato estetico, che è molto elegante.

- Non occorre nascondere il vecchio telaio, a volte anche fatiscente e poco igienico

- Perfetto isolamento termico ed acustico: è possibile sigillare ed isolare facilmente lungo tutta la superficie di separazione tra il nuovo telaio ed il muro.

 

SVANTAGGI:

- E’ meno semplice, occorre maestria, più tempo e fatica.

- La posa ti costa sicuramente di più.

- Anche la nuova finestra ti costa di più, avendo dimensioni maggiori rispetto alla finestra che viene montata in sovrapposizione.

 

CONCLUSIONI:

In Edisis, di certi trucchetti non vogliamo neanche sentir parlare: il vecchio telaio va rimosso, sempre, non nascosto.

I nostri diretti posatori lo sanno, e i fornitori pure: per noi, solo infissi con profilo che non deve mascherare il vecchio telaio: che si tratti di PVC, legno, alluminio o qualsiasi combinazione di materiali.

Perché lo facciamo?

E’ semplice: tutto ciò che facciamo è perché crediamo che la competitività e il futuro di un’Azienda dipendano dalla sua reputazione. Una solida reputazione si conquista solo dopo un lungo, paziente e tenace lavoro di rafforzamento del consenso profondo, che si costruisce giorno dopo giorno, cliente soddisfatto dopo cliente soddisfatto.

Salvatore Cirillo, titolare Edisis Porte e Finestre

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

VAI SU